Faccia a faccia con la disabilità

In Italia sono presenti 4,1 milioni di persone con disabilità.

1487607335217.jpg--faccia_a_faccia_con_la_disabilitaQueste persone possono presentare difficoltà cognitive e motorie, non sono autosufficienti e spesso è necessario il sostegno della famiglia. Molti si sono chiesti quanto possa essere difficile vivere su una sedia a rotelle, non poter mangiare da soli o avere un ritardo mentale e altri ancora si interrogano su come migliorare la vita di questi individui. Ma ci si chiede mai come i genitori di una persona diversamente abile affrontino ogni giorno le difficoltà dei propri figli? Cosa significa “vivere” una disabilità?

Ecco una breve intervista ai genitori di R.

Come avete reagito quando vi siete resi conto che vostra figlia aveva delle difficoltà cognitive? “Quando R. era ancora piccola ci siamo resi conto che rispetto alla cuginetta della stessa età nostra figlia non faceva alcune cose normali per la sua età: all’età di due anni non gattonava ancora, non ha mai camminato o parlato. All’inizio è stata molto dura, è difficile accettare una cosa del genere. Con il tempo abbiamo imparato a convivere con la diversità di R., a esaudire i suoi bisogni”

Dopo avete avuto altri figli? “Sì, altri due. Non sembravano esserci cause genetiche alla base della malattia di nostra figlia, né problemi dovuti al parto, così abbiamo deciso di avere altri figli. E’ stata una decisione molto ragionata, all’inizio avevamo paura che qualcosa andasse di nuovo storto ma per fortuna le nostre altre due figlie sono sane”

Com’è il rapporto tra R. e le sue sorelle? “Le ragazze sono cresciute conoscendo la situazione di R., ma in realtà la sua disabilità non è mai stata un problema per loro, perché ci sono abituate. Sanno che la sorella sta bene, è ben curata ed è felice. Non vivono questa situazione come un problema ma la accettano proprio come noi”

Avete mai dovuto rinunciare a qualcosa per vostra figlia? “Sì. E’ necessario che con R. ci sia sempre un adulto che si prenda cura di lei. E’ difficile anche fare cose quotidiane come andare a fare la spesa, utilizzare mezzi pubblici o accedere a locali non attrezzati a causa della carrozzina. Ora che è diventata grande è difficile anche andare in vacanza, per lo stesso motivo. Anche la casa è stata adattata alle esigenze di R.”

 

Fonte: laprovinciacr.it

Notizie
One comment on “Faccia a faccia con la disabilità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.